venerdì, maggio 25Menu veloce

I giochi 3D sviluppano l’intelligenza dei bambini

Chi vuole primeggiare in ambito scientifico e tecnologico, o in altre parole nelle cosiddette STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica), deve necessariamente potenziare le abilità spaziali e può farlo anche se non ha avuto la fortuna di usare i giochi “giusti” fin dall’infanzia. E’ quanto riportato da un articolo di Repubblica del  7 febbraio 2018.
A mostrarlo è un team di ricerca statunitense, guidato dall’Università dell’Oregon, che ha studiato l’efficacia di un insegnamento basato sull’uso strutturato di internet nelle scuole medie. I risultati mostrano miglioramenti nelle abilità degli adolescenti, soprattutto fra quelli con le learning disabilities (LD), disturbi nella capacità di scrittura e lettura, l’equivalente dei nostri disturbi specifici dell’apprendimento. Lo studio è pubblicato sull’International Journal of Science Education.

Una nuova ricerca ha rilevato come i giochi in cui sono indispensabili abilità spaziali aiutino i bambini a migliorare le competenze necessarie per le materie scientifiche, sottolineando anche che non esistono differenze di genere se nell’infanzia si sono utilizzati gli stessi tipi di giocattoli.